• Home
  • TORQUATI GRITTI GIOSUE' PADRE

TORQUATI GRITTI GIOSUE' PADRE

Albino, 14 marzo 2020

Ne danno il triste annuncio il Superiore e i Confratelli della COMUNITÀ RELIGIOSA DEHONIANA di Albino.

IL MAGO ALLEGRIA PER LA GIOIA SENZA FINE

Era da tutti chiamato «Mago Allegria» perché aveva contrassegnato il suo ministero con giochi di prestigio e spettacoli in oratori, parrocchie, scuole e case di riposo. Diceva infatti che il Signore «non voleva salici piangenti». Padre Giosuè Torquati seguendo la vocazione religiosa, era entrato nei Dehoniani, dove fu ordinato sacerdote il 21 giugno 1968 ad Albino dal vescovo di Imola, il bergamasco Benigno Carrara. È stato membro del Consiglio presbiterale diocesano (1973-76), rappresentante dei religiosi nel Centro diocesano vocazioni (1977-80) e delegato dei religiosi del Centro vocazioni del Triveneto dal 1996. Dal 2004 era residente nella scuola apostolica di Albino e aiutava le parrocchie bergamasche nelle celebrazioni e nella predicazione. Famoso un po' ovunque per presentarsi come “mago”, Padre Torquati predicava il Vangelo nell'allegria e nella gioia: era convinto che si potessero trasmettere in questo modo i valori cristiani e umani. La sua passione ai giochi di prestigio l'aveva ereditata fin da ragazzo, sui banchi di scuola. «Già allora facevo il giullare», amava ricordare. Passione poi accresciuta incontrando dei prestigiatori, dai quali aveva imparato molto. Tanti lo chiamavano anche «missionario del buonumore» e ogni anno era il protagonista di centinaia di spettacoli, «con il permesso dei superiori», come precisava. Si dilettava a raccontare barzellette, indovinelli e curiosità varie che pubblicava in volumetti, divenuti celebri, intitolati “Allegria”. Famoso il suo un ricettario: dieci «ricette» per come educare bene un figlio, corredato da altre dieci in cui elencava altrettanti modi per rovinarlo. In un suo libretto «Allegria» in occasione del Giubileo del 2000, aveva scritto: «Tenete sempre lo sguardo in alto, oltre il confine: lassù c'è la vera gioia senza fine!»

Amici e Parenti

Caro Padre Giosuè amico di una vita, sarai sempre nel nostro cuore e nelle nostre preghiere. Ci mancheranno i tuoi giochi di prestigio nelle feste dell'oratorio e le numerose "ALLEGRIE" così divertenti e piene di buoni insegnamenti. I bambini ai quali hai donato tanta gioia non ti dimenticheranno. Tu continua dal cielo a vegliare su di loro. I tuoi amici grandi e piccini della famiglia LODA ti ricordano e ti abbracciano.

fam.Loda Venerdì 15 Maggio 2020