• Home
  • TARONI ANTONIO

TARONI ANTONIO

Treviglio, 17 marzo 2020

Ne danno il triste annuncio la moglie MARISA, i figli ELISABETTA con STEFANO, ANTONELLA con ALFREDO, FRANCESCO con ELISABETTA e i cari nipoti MICHELE, GIOVANNI ed ANNA.

IL CAVALIER CORDIALE AL SERVIZIO DELLA SUA CITTA’

Uno dei personaggi più noti nel mondo dell' artigianato orobico, il cavalier Antonio Taroni, fu a lungo presidente della Unione Artigiani di Bergamo e illustre protagonista nella vita civile e amministrativa della sua città. Trevigliese doc amava la «sua« Treviglio con l'affetto di chi sentiva di portarne dentro le caratteristiche di operosità e di senso di mutualità, due aspetti che gli erano congeniali. Aveva dedicato a Treviglio tutte le sue energie, anche in memoria riconoscente a una sorella, giovane insegnante uccisa da un mitragliamento in un bombardamento aereo: si commoveva ogni volta nel raccontare come nel 1945, in piena guerra, non era più rincasata dopo essere uscita per alcune commissioni familiari. Attivo in un'azienda di cascami di tessuto e poi in un negozio di antinfortunistica, fu presente nella vita amministrativa cittadina con diversi ruoli: consigliere comunale del Partito liberale, presidente provinciale per circa vent'anni dell’ Unione artigiani, presidente per alcuni anni del sottocomitato Cri. Di carattere cordiale ed affabile, era amico di tutti e sempre disponibile nelle necessità del prossimo: accettò l’incarico di e impegnò intensamente se stesso, con l'abituale abnegazione e spirito di servizio, quale rappresentante all'interno del Cda dell'allora Asilo Carcano,

Amici e Parenti