• Home
  • SEMPERBONI BENVENUTO

SEMPERBONI BENVENUTO

Mozzo, 19 marzo 2020

Ne danno il triste annuncio la moglie ADRIANA, le figlie MERI con ERMES, ELISA e REBECCA, ELENA con GIANLUCA, NOEMI, MATILDE ed ELIA, fratelli e sorelle, cognato e cognata con rispettive famiglie.

Amici e Parenti

Ci hai detto che la vita è un soffio, raccomandandoci fino all'ultimo di essere onesti e buoni. Poi, in quel soffio te ne sei andato e ci hai lasciato per un attimo senza fiato e pieni di tristezza. Oggi però vogliamo ricordarti così: che cammini fischiettando quelle canzoni con cui ci facevi sempre ridere, con passo sicuro e svelto. Ovunque tu sia resti, sempre la nostra guida e sei al sicuro nel nostro cuore per sempre.

Adriana, Meri e Elena Venerdì 1 Maggio 2020

Ora ti disseterai alla fonte d'acqua viva
Sorgente di vita eterna.
Che il Signore faccia risplendere il suo volto su di te
Protegga e conforti i tuoi cari.
Ciao Benvenuto!

Donatella, Fausto, Paolo

Parenti Sabato 2 Maggio 2020

Il mio nonno Benve è un uomo proprio felice! Ci ama di un amore improsciugabile e noi lo amiamo altrettanto. Il mio nonno Benve ha un'empatia indescrivibile, piange spesso e non se ne vergogna, perché non è vero che i grandi non piangono mai. Il mio nonno Benve crede tanto e prega molto, per questo non ha paura di andarsene, sa che lassù lo aspetta proprio un bel posto dove può vagare nei suoi boschi senza meta perdendosi nei suoi pensieri. Il mio nonno odia le ingiustizie e si arrabbia quando si accorge che qualcuno non è onesto, e quando si arrabbia è davvero un rompi scatole. Il mio nonno Benve ha una risata contagiosa, ride con gli occhi e con il cuore, quando ride inevitabilmente rido anche io! Il mio nonno ama farci sentire i migliori, imbroglia a carte per far vincere sempre noi. Il mio nonno Benve era tanto stanco e un giorno ha deciso di lasciare tutti questi ricordi nei nostri cuori, da raccontare un giorno a quelli che saranno i suoi pronipoti. Il mio nonno Benve era proprio felice e sono sicura che lo è anche adesso mentre ci guarda e in cuor suo sa che noi gli vogliamo proprio bene!
Mi manca tanto il mio nonno Benve ma racconterò di lui fino a che potrò, perché il mio nonno non si può dimenticare!
La tua selasa, Elisa!

Elisa Sabato 2 Maggio 2020

Forse avrei dovuto dirtelo prima ma sei stato e sei la persona più importante della mia vita, quella con cui stavo bene senza ma o però, con le tue canzoni, le tue risate, i tuoi occhi azzurri, avrei voluto che tutto ciò non finisse così in fretta. Avrei voluto avere più tempo, per vederti ancora, sentire la tua voce, ridere per gli yogurt che mangiavi, per i tantissimi rosari che dicevi e per il nostro germano, avrei voluto fare più cose:andare in bici, scalare i monti, andare a pomi e raccontarti dei miei casini, avrei voluto che mi ricordassi per altre mille volte della mia allegria, dei miei codini quando ero piccola, della mia pazzia, della mia bellezza che non sarei mai riuscita a vedere senza te. Sei un esempio, con la tua fede che ho sempre sottovalutato, ma ora mi accorgo che non è da tutti credere a ciò che non si vede. Voglio ricordare della splendida persona che eri e voglio urlare al mondo tutto il bene che hai lasciato, che hai donato e che hai creato, te lo sussurro ancora una volta, ti voglio bene nonno. La tua reb!!

Rebecca Sabato 2 Maggio 2020

Se potessi parlare con Dio gli direi:”grazie per averci concesso il dono poter godere dell’affetto di un uomo speciale come lo zio Benve. Ci ha insegnato ad amare e rispettare la natura e i suoi frutti, ad apprezzarele passeggiate in montagna, ma soprattutto ci ha dimostrato, giorno dopo giorno, che una vita semplice è una vita ricca e piena. Sai Dio, lo zio non ha mai perso occasione per parlarci di te, perciò trattalo bene perché ora hai al tuo fianco un angelo speciale che purtroppo non siamo riusciti ad accompagnare in questo viaggio come avremmo voluto. Digli che saremo sempre vicine della sua amata Ana e delle sue adorate figlie.”

Loretta, Rino, Cinzia, Silvana Domenica 3 Maggio 2020

" Ho sognato che camminavo in riva al mare con il Signore e rivedevo sullo schermo del cielo tutti i giorni della mia vita passata. E per ogni giorno trascorso apparivano sulla sabbia due orme: le mie e quelle del Signore. Ma in alcuni tratti ho visto una sola orma, proprio nei giorni più difficili della mia vita. Allora ho detto: Signore io ho scelto di vivere con te e tu mi avevi promesso che saresti stato sempre con me. Perché mi hai lasciato solo proprio nei momenti più difficili? e Lui mi ha risposto: Figlio, tu lo sai che io ti amo e non ti ho abbandonato mai: i giorni nei quali c'è soltanto un'ombra sulla sabbia sono proprio quelli in cui ti ho portato in braccio. "

Questo tempo ci ha costretti a restare distanti proprio quando avremmo voluto esserti vicino; l' immagine di te tra le braccia del Signore ci rincuora. Continua a pregare come facevi per la tua famiglia, i tuoi amati nipoti e per tutti noi.

Passeggeremo sui sentieri della nostra Lizzola ricordandoti e già lo sappiamo, sarai da qualche parte a guardarci .

Ciao Zio Benve e grazie del bene che ci hai voluto!

Adriano, Isabella con Carlo e Denise, Mauro Clara e Lorenzo, Sabrina Paolo e Tommaso Mercoledì 20 Maggio 2020