• Home
  • SALVINI PIETRO VINCENZO

SALVINI PIETRO VINCENZO

Mezzoldo, 5 marzo 2020

Ne danno il triste annuncio la moglie ELSA, i figli GUIDO, CINZIA, NADIA, KATIA, tutti i nipoti, le sorelle TERESINA, PINA, i rispettivi figli e tutti i parenti.

L’ALPINO CHE COSTRUI’ LA STRADA DEL SAN MARCO

Con Salvini, cavaliere ufficiale al merito della Repubblica per decenni di impegno profuso per lo sviluppo della sua terra, scompare uno dei personaggi che hanno lavorato con più intensità e passione per la comunità dell’Alta Val Brembo, in particolare per Mezzoldo dove era nato.
Pietro aveva la passione amministrativa nel sangue, infatti ha dedicato la sua vita a ricoprire incarichi amministrativi per la sua comunità, tra cui il sindaco.
Aveva una visione proiettata nel futuro, era convinto che la valle dovesse essere aperta sul territorio e verso la Valtellina. È grazie a lui che, infatti, venne costruita una strada, un valico, tra le due vallate (la strada del San marco).
Oltre a tutto questo Pietro era un alpino e nel 1969 diede vita alla manifestazione Trofeo Nikolajewka per ricordare i Caduti del fronte russo nel secondo conflitto mondiale.
Insomma, dove ha potuto Pietro ha migliorato la sua comunità, il suo paese e il suo territorio grazie alla sua tenacia e speranza di un futuro migliore. Il suo contributo sarà riconosciuto per sempre e il suo carattere sarà un esempio per tutti le persone che ha conosciuto.

Amici e Parenti

L’Ufficiale Pietro Vincenzo Salvini, era dotato di eccellenti doti che lo hanno distinto nella sua vita lavorativa e sociale, portandolo a concretizzare notevoli obiettivi. Ma vorremmo soprattutto sottolineare le doti umane che l’hanno contraddistinto; in particolare la sua semplicità, disponibilità e generosità: riusciva a mettere in primo piano assoluto, il rapporto umano, diventando lealmente e francamente amico di tutti coloro che l’hanno conosciuto, ed era sempre disponibile a rispondere alle necessità delle persone meno fortunate. Come socio dell’ U.N.C.I. Unione Nazionale Cavalieri d’Italia ha partecipato con grande zelo alla vita associativa, poiché condivideva gli ideali in cui crediamo: Fede, Famiglia e Patria.
Rimarrà sempre in noi il ricordo indelebile delle giornate trascorse insieme a Lui, ma, soprattutto la testimonianza della sua generosità e profonda umanità.

Marcello e Tina Annoni Sabato 2 Maggio 2020

Dio del cielo, Signore delle cime il nostro amico hai chiesto alla montagna . Ma ti preghiamo , su nel paradiso , lascialo andare per le tue montagne ... ciao zio

una nipote Martedì 12 Maggio 2020