RODARI ENZO

Bergamo, 17 marzo 2020

Ne danno il triste annuncio FRANCA con figli, le sorelle GINETTA e famiglia, MARIAROSA e famiglia, MARIANTONIETTA e famiglia, i nipoti BARBARA e famiglia, ROBERTA e famiglia, MATTEO e famiglia, LIDIO e famiglia, UBALDO e BETTA, LUISA e LORENZO e la cara amica AFERDITA.

Amici e Parenti

Caro Enzino, sento profondamente la tua mancanza...non ci saranno più le nostre discussioni e i nostri brindisi in compagnia, i nostri canti di montagna...la tua presenza che riusciva a rendere e a stemperare i nostri diversi modi di pensare. Ti penso sempre vicino a tutti noi e ti abbiamo vicino nei nostri cuori. Tua sorella Antonia.

Antonia (Sorella) Venerdì 8 Maggio 2020

Ciao Enzo, in questo momento ti immagino sulle nostre belle montagne per raggiungere le cime che tanto amavi. E ricordo con struggente nostalgia tutte le ore e le giornate indimenticabili passate con tutti noi. Da lassù aiutaci e proteggici. Sarai sempre nei nostri cuori. Tua sorella Rosi.

Rosi (sorella) Venerdì 8 Maggio 2020

A te Enzo, nel legame frterno che ci unisce così fortemente, dedico la mia gratitudine per la tua preziosa e attiva presenza nel cerchio della famiglia. Grazie, caro fratello. Tua sorella Ginetta.

Ginetta (sorella) Venerdì 8 Maggio 2020

Impossibile non amarti. Ricordo che un giorno, scherzando insieme sulla nostra età, ci prendesti in giro...allora io ti scrissi: "non fugge la giovinezza quando accanto a te c'è l'amore…". Quell'amore eri tu, accanto a me. Mi sentivo ancora giovane e pronta ad affrontare con te ogni cosa. Questo eri per me. Sono stati anni bellissimi, felici, indimenticabili. Proteggimi ancora. Resterai nel mio cuore. Tua Franca.

Franca (compagna) Venerdì 8 Maggio 2020

Caro zio, ti ricorderò sempre e ovunque, in tutti gli orizzonti che vedrò. Abbiamo fatto tutto insieme, sin da quando ero una piccola bimba bionda. Ho pianto tanto nel giorni assurdi della tua sofferenza lontana. Ho potuto solo seguire la tua anima andare in cielo con un dolore e una impotenza opprimenti. Approfitto ora di questo spazio per abbracciarti forte per sempre. Tua nipote Barbara.

Barbara (nipote) Venerdì 8 Maggio 2020

Ciao Zio. Semplicemente grazie per essere stato il migliore zio che chiunque desidererebbe avere. E' stato bello vivere questa vita insieme a te. Mi manchi ma sento che sei sempre con noi. Ti voglio bene. Ti abbraccio, tuo nipote Matteo.

Matteo (nipote) Venerdì 8 Maggio 2020

Caro zio Enzo, ho tantissimi ricordi delle bellissime giornate passate insieme, che custodisco dentro di me. Ti porterò sempre nel mio cuore. Tua nipote Roberta.

Roberta (nipote) Venerdì 8 Maggio 2020

Ciao Enzino. Ti ricorderò sempre come eri a Torre….Ci Manchi, proteggici.

Cicci Venerdì 8 Maggio 2020

Ciao Zio, sei stato un grande zio!!!Ricorderemo quanto ci hai sempre accolti, accompagnati e coccolati. Grazie per la tua calorosa presenza, della tua curiosità e della tua apertura mentale. Grazie anche per i tuoi gesti di interesse e simpatia che erano tuoi tratti caratteristici. Ti ringraziamo per tutto. I tuoi nipoti Olivier e Raoul.

Olivier e Raoul (nipoti) Venerdì 8 Maggio 2020

Carissimo Enzo, siamo addolorati perché ti abbiamo perso ...che tu sia benedetto, lì dove ti trovi ora...Ricorderò sempre la tua filosofia di vita, che ti rendeva unico ed autentico. La mia benedizione è l'ultimo gesto affettuoso di un'amica..è sincera, pura ed esce dal profondo di un cuore spezzato. A te non interessava la ricchezza, i beni materiali...tu optavi per la ricchezza inestimabile che deriva dai rapporti umani. Questa ricchezza la porterai sempre con te, te la sei guadagnata con rispetto, amore, intelligenza e savoir faire nei confronti di tutti quelli che hai incontrato durante la tua esistenza, di color che ti hanno amato e condiviso con te tanti momenti. Gli stessi che ora piangono la tua perdita e sono tristi. Ciao Enzo, con affetto, Dita.

Aferdita (Dita) Venerdì 8 Maggio 2020

Ciao zio. Ti abbraccio fortissimo. Grazie per le innumerevoli battute accompagnate da una "stabaccata". Grazie per avermi rallegrato in tantissimi momenti. Grazie per tutti i momenti in cui rendevi tutto un motivo per essere felici. Non scorderò mai le risate fatte insieme. Vorrei avere una tua fotografia mentre indossi il grembiule , impegnato ai fornelli, per uno dei soliti pranzi in via Pignolo, che avrebbero rallegrato anche l'animo più freddo. Avrei voluto conoscerti meglio. Un giorno ci rivedremo e qualsiasi cosa io abbia fatto prima vorrò sentirmi dire da te " ciao fancazzista!!!". Ti voglio bene zio. Tuo Enrico.

Enrico (nipote) Venerdì 8 Maggio 2020

Caro Enzo
É doloroso rendersi conto che la tua voce è rimasta in silenzio per sempre. Ci mancherà il tuo modo affascinante che hai portato a tutti. Ogni visita a te è stata caratterizzata da un‘ ospitalità incredibile. Ci hai sempre dedicato del tempo. Tempo che è il bene più grande che puoi regalare a qualcuno. Siamo grati per ogni momento che ci è stato permesso di trascorrere con te.
Grazie per i meravigliosi momenti insieme.
Lidio, Monika e famiglia

Lidio, Monika e famiglia Sabato 9 Maggio 2020

Ciao Enzo, mi spiace che tu sia partito così, senza un saluto, un abbraccio, senza il conforto di una stretta di mano. Voglio solo ringraziarti per esserci stato, per la strada fatta insieme e ti ricorderò per quello che sei...un uomo buono con il suo bicchiere di vino . Grazie. Walter.

Walter Martedì 12 Maggio 2020

Ciao Enzo,

mi mancherai. Tu che adoravi tanto la compagnia sei andato a fare l'ultimo viaggio in un contesto assurdo. Uno dei tanti, troppi contesti che la nostra amata Bergamo non dimenticherà mai. Ti sei portato via la tua presenza forte ma mai ingombrante, la tua generosità nell'esserci sempre, la tua moderazione e il tuo garbo nella fermezza delle tue convinzioni. E' stato bello volerti bene. Proteggi tutti i tuoi cari. Rocco.

Rocco Martedì 12 Maggio 2020

Caro Enzo...
lascia che mi rivolga a te, oggi, per salutarti e parlarti un po', finalmente, insieme alle persone che sono state importanti nella tua vita.
La tua scomparsa è stata uno strappo violento, una rapina che ci ha sottratto le parole del conforto, la condivisione del dolore, che ci ha confinati lontano gli uni dagli altri.
Abbiamo vissuto insieme tante stagioni della vita da amici fraterni: già dal lavoro nell'industria negli anni '60, dagli anni universitari a Trento e a Padova e poi con altre esperienze formative a Milano e in Svizzera.
E ho imparato ad apprezzare l'intesa e l'empatia nei nostri incontri, nelle tante conversazioni.
Ho imparato la tua parola piana che diceva l'amicizia senza dichiararla.
Ho sorriso tante volte per l'ironia che ti si disegnava in viso, come quando accoglievi la notizia che ti riferivano in gran serietà, con aria da nobiluomo ed un placido e sornione "Oh, parbleu!".
Ricordo il calore delle tue visite a casa mia, in tempi recenti: il caffè caldo di Rita, il fumo della sigaretta (sempre te ne chiedevo una, proprio per fumarla insieme a te, io che avevo smesso da tanto tempo).
C'è un episodio che voglio riferirti. Appena ho saputo da Franca della tua scomparsa (poco dopo le 22 del 17 marzo), ho deciso di scrivere sul blog un articolo dal titolo "Vita da virus". Cercavo parole per esprimere il dolore e lo sconcerto che non potevo contenere. L'ho scritto d'un fiotto ma dovrei dire che l'abbiamo scritto insieme: tu eri lì accanto a me e più volte mi hai fatto dei cenni di consenso.
Da allora, ho ascoltato quasi ogni giorno il tuo silenzio. Oggi ho raccolto queste parole.
Grazie, caro Enzo, per avermi voluto incontrare ancora una volta.

Luigi Rossi (amico) Mercoledì 24 Giugno 2020