• Home
  • PAPADIA ROSARIO

PAPADIA ROSARIO

Boltiere, 19 marzo 2020

Mancato in modo veloce e surreale all’affetto della sua famiglia. Ne danno il triste annuncio la tua amata moglie Giusi, le tue figlie Cristina, Nives, Valentina e le tue nipotine Irene ed Elisa, coi tuoi generi Marco e Daniele. Mancherai in ogni istante, mentre giochiamo con le bambine, al pranzo della domenica con tutta la famiglia e mancherà la tua voglia di aiutare, giocare e ridere.

Amici e Parenti

Caro Papà, Sei stato strappato all’affetto della tua famiglia in modo così improvviso e brutale, abituarsi alla tua assenza è davvero difficile, quasi impossibile. Ci manchi tantissimo. Ci mancheranno il tuo sorriso spontaneo, i tuoi occhi grigi allegri e sinceri, la tua incontenibile voglia di fare festa e scherzare.
Nel tuo semplice vivere ci hai insegnato i valori importanti della famiglia, del matrimonio e del donarsi agli altri. Nei tuoi occhi abbiamo sempre letto tutto il tuo amore per la mamma, ci hai insegnato che il matrimonio è fatto di alti e bassi, ma che vale sempre la pena adoperarsi per la persona amata, e poi “l’amore non è bello se non è litigarello, vero?”.
Sei stato volontario per una vita intera in tante le realtà boltieresi, dai lontani anni ‘90 quando ogni domenica facevi le patatine fritte per i bambini in oratorio, sei stato volontario nella croce bianca, hai fatto il volontario nelle feste degli alpini e dell'oratorio dove hai fritto chili e chili di pesce, fino a quando le tue serate hai voluto dedicarle al riposo, allora hai iniziato a pulire gli spazi delle feste la mattina; sei stato volontario Avis fino al limite d’età; hai fatto il “nonno vigile” accompagnando i bambini a scuola col "Piedibus", sei stato volontario nella Caritas di Boltiere e instancabile cantore nel coro di Pontirolo.
Il tuo Fare è stato d’esempio per noi, che cerchiamo di imitarti spendendoci nella Comunità.
Sei stato un papà di poche parole ma di grandi gesti, e adesso che tu non ci sei più possiamo solo portarti nel cuore e ricordarti con affetto.
Ti vogliamo tanto bene.
La tua famiglia.

Valentina Giovedì 14 Maggio 2020

Ciao Rosario,

a fatica riesco ad accettare e capire quello che è successo in quei giorni maledetti.
Ho tanti ricordi di te, soprattutto legati al coro che tanto amavi e alle risate che ci facevamo, la dietro, nell’angolo della sala della corale.
Un ricordo in particolare mi sta a cuore, nella serata che abbiamo passato con Virna e gli altri cantori “giocando” a lanciarci i gomitoli di lana e creando un intreccio di fili, ricordo benissimo il tuo volto sorridente. In realtà ti ho sempre visto sorridere, perché tu la vita l’hai sempre presa così, con un sorriso.
Hai sempre dato a tutti l’idea di essere una persona semplice, umile e rispettosa di tutti.
Mancherai a tutti noi della corale ma soprattutto a noi Bassi.
Un abbraccio caloroso a Giusy, alle tue figlie e ai nipoti.
Ogni volta che entrerò in aula coro, guarderò quella sedia dove sedevi sempre, ormai apparentemente libera, ma il ricordo di te sarà sempre vivo e quella sedia, per me, non sarà mai libera.

Ciao Rosario...

Mauro Giovedì 14 Maggio 2020

Rosario

Amico e compagno di viaggio, nel volontariato, sempre disponibile nel dare aiuto al prossimo,
Ancora oggi viene difficile credere cosa sia successo, e che tu non ci sia più.
Ma vogliamo ricordarti con il tuo sorriso e la tua simpatia nei momenti trascorsi insieme.
Vicini alla famiglia nel dolore.
Ciao Rosario...
Gruppo alpini boltiere.

Gruppo alpini boltiere Giovedì 14 Maggio 2020

Ciao Rosario, papà di una delle mie più grandi amiche di sempre.
Appena ho saputo della tua morte mi sono venuti in mente alcune immagini di vita condivise insieme: il ritorno dalla mia vacanza con Valentina e Clorinda dagli Stati Uniti e il pranzo domenicale, le tue galline i tuoi conigli, il tuo orto, la tua macchina zappatrice che ho tentato di romperla a tutti i costi, la tua presenza nelle attività sociali, da spettatore ai concerti di Valentina. Eri Tu (voglio darti del tu perché del "lei" ti dava fastidio).
Parlavi poco, ma eri sempre molto concreto.
E' bene che tu sappia che anche io porterò questi ricordi in una parte di me per sempre.
Ci vediamo, quando sarà, e troveremo ancora il modo di mangiarci assieme il coniglio con la polenta.
Un bacio a te e alla tua famiglia
Ciao Rosario

Giuseppe Venerdì 15 Maggio 2020

Ricordo i tuoi sorrisi e i tuoi occhi così espressivi quando da ragazzina abitavo la vostra casa, sono stata accolta e mi sono sentita la benvenuta. Porteró queste sensazioni e questi ricordi sempre nel mio cuore. Grazie

Alessandra Marcellino Lunedì 18 Maggio 2020

Ciao Rosario, questo è un piccolo messaggio per salutarti! con queste brevi parole.
Purtroppo non è stato possibile incontrarci, confortarti e restarti vicino come meritavi. Non ci è stato possibile condividere quei terribili momenti insieme a te e a Giusy, che ha dovuto caricarsi sulle spalle tutto il dolore. E poi, solo, hai affrontato la prova più dura! E' stato un momento molto triste per tutti noi, la tua "grande" famiglia.
Sarai sempre un pensiero costante nella nostra mente e nei nostri cuori.
Per lenire il dolore, penso spesso ai tanti momenti belli e spensierati che abbiamo vissuto tutti insieme:
alle nostre domeniche riuniti intorno alla polenta, ai nostri viaggi in comitiva, a piedi, in aereo, in macchina a guardare in lungo e in largo questa nostra incantevole terra, alle camminate che affrontavi facendo un piccolo sforzo e soprattutto al tuo fare semplice e umile, al tuo amore immenso per Giusy, per le tue figlie, per le tue piccole nipotine e per il tuo "roccia".
Ci mancherai tanto a tutti noi! Salutaci tutti lì in alto.
Ciao da noi, la tua grande famiglia allargata: Betty e Claudio, Alessandra Francesco e Stefano, Anna Maria Rinaldo e Francesco, Martina e Alessandro, Paola e Solaiman

ANNA MARIA FERRARI Sabato 30 Maggio 2020