• Home
  • MINIACI CESARE

MINIACI CESARE

Gandosso, 19 marzo 2020

Ne danno il triste annuncio la moglie TIZIANA, la figlia FRANCESCA con FEDERICO, i nipoti IRENE, FABIO e parenti tutti.

IL BRIGADIERE IN PRIMA LINEA FINO ALL'ULTIMO

C'era sempre per le emergenze Cesare Miniaci, 65 anni (ne avrebbe compiuti 66 ad ottobre), di Gandosso. In servizio nell'Arma fino a 15 anni fa come brigadiere, ha lavorato nelle stazioni di Grumello del Monte, Capriolo e Iseo. Era il presidente dell'Anc, associazione nazionale carabinieri in congedo Caduti di Nassiriya - Protezione civile di Grumello del Monte. Per i 140 tesserati era la guida. Per tutta la Val Calepio era lui l'Anc. E’stato una parte fondamentale per la comunità e la protezione civile. Ha voluto che la sede dell'associazione fosse intitolata ai caduti di Nassiriya, fu la prima in Italia. Miniaci aveva collaborato al ripristino della motovedetta dei carabinieri, una pilotina con i colori dell'Arma, che da giugno 2017 era tornata sul Sebino. Un carabiniere di altri tempi, altruista vero e con un gran senso di disponibilità verso la collettività. e attenzione alle problematiche sociali ed ambientali. È rimasto sempre in campo fino all'ultimo al centro operativo comunale, con i colleghi dell'associazione che rappresentava. Tantissime le azioni in cui si è distinto: dalla solidarietà portata in prima persona in Abruzzo, nei paesi in provincia de L'Aquila che nel 2009 sono stati colpiti dal terremoto, fino agli interventi più recenti legati alla sorveglianza degli ambulatori sul Sebino presi d'assalto per il vaccino anti-meningite e infine la realizzazione del centro operativo comunale (Coc) di Grumello del Monte attivato per la pandemia del Covid19, la malattia che ha avuto la meglio su di lui.

Amici e Parenti

Ciao Cesare che la terra ti sia lieve,R.I.P.

Entradi Pierantonio Domenica 31 Maggio 2020