• Home
  • DONADONI MARIO DON

DONADONI MARIO DON

Alzano Lombardo, 24 marzo 2020

Con profonda tristezza lo annunciano i fratelli LUISELLA, GIAMPIETRO con BETTY, DOMENICO con MARIA GRAZIA, RAFFAELLO, i nipoti, i pronipoti e parenti tutti.

«Prete umile e buono»

È morto alla Rsa Honegger di Albino don Mario Donadoni. Era un prete bergamasco incardinato nella diocesi di Prato, dove fu vicerettore del Seminario, assistente di Azione cattolica e parroco in Valbisenzio, dove era un punto di riferimento. Successivamente era passato a servizio della diocesi di Ivrea. Malato da tempo, si è spento nella Rsa Honegger ad Albino. Aveva 76 anni ed era nato il 26 maggio 1944 ad Alzano Lombardo. Vocazione adulta, da seminarista, seguendo l’esempio di altri compagni, aveva risposto all’appello dell’allora vescovo di Prato per avere sacerdoti in quella diocesi, afflitta da scarsità di clero. Così era passato in quel Seminario e fu ordinato il 19 marzo 1971. Fu vicerettore del Seminario, docente di Religione, assistente di Azione cattolica, curato di Mezzana, parroco di Quirico di Vernio (1976-79) e infine di Vaiano in Valbisenzio (1979-2000). Era poi passato a servizio della diocesi di Ivrea, ma restando incardinato a Prato. A causa dei problemi di salute, era entrato in diverse case di riposo, fino all’ultima ad Albino. «Lo ricordiamo con affetto e infinita riconoscenza — scrive il Comune di Vaiano —. È stato un parroco buono, che ha esercitato il suo ministero dedicandosi in particolare a chi aveva più bisogno. Il suo tratto distintivo è stata sicuramente l’umiltà». Anche il vescovo di Prato Giovanni Nerbini e il vicario generale monsignor Nedo Mannucci si sono associati al cordoglio, ricordando «la grande generosità e fedeltà» di don Donadoni.

Amici e Parenti

Oggi 20 maggio 2020 presso il cimitero di alzano lombardo è avvenuta la celebrazione presieduta dal parroco in ricordo di Don Mario Donadoni
sono state deposte le sue ceneri nella cappella di Famiglia Donadoni , storica famiglia di alzano.
- Don Mario , mio zio , aveva doti particolari come sacerdote , parole di conforto per tutti , sempre di aiuto nelle difficoltà , generosissimo verso tutti fino a rinunciare alle proprie necessità come un paio di scarpe , che a fatica sono riuscito ad acquistarle per lui nuove , perché le sue erano logore.
- aveva la passione per la musica lirica e l'opera , ed era anche un prestigiatore , abilità che aveva appreso prima della vocazione , per tale abilità i suoi superiori avevano previsto di affiancarlo come supporto ad alcuni sacerdoti esorcisti per poter individuare con il suo aiuto , tra i possibili casi esaminati , eventuali millantatori o qualcuno che eseguisse trucchi .
- ha avuto occasione di incontrare il papa Giovanni Paolo II personalmente in udienza particolare (in quanto tra i parenti di don Mario vi era il dott Breda di alzano chirurgo dell'equipe che ha soccorso il pappa Giovenni Paolo II durante l'attentato)
- lo ricordo premuroso verso noi nipoti , verso di me in modo particolare , trovava modo di inviarmi tramite posta quando ero adolescente , romanzi classici per la lettura e per formarmi culturalmente
Da ultimo vi comunico che domenica prossima 24 maggio 2020 presso la chiesa parrocchiale di Alzano Lombardo alle ore 10:00 Don Mario Verrà ricordato durante la funzione principale.

Lorenzo Falcone Mercoledì 20 Maggio 2020