• Home
  • BREMBILLA GIOVANNI

BREMBILLA GIOVANNI

Bergamo, 3 aprile 2020

Ne danno il triste annuncio la moglie DIRCE, le figlie LAURA, FLAVIA con FRANCESCO, GISELLA con PAOLO, i nipoti ANDREA e PIETRO e parenti tutti.

Amici e Parenti

Ho ancora buoni ricordi di questo signore che era sempre molto gentile.

Paul Bullock Giovedì 14 Maggio 2020

Papà, papà... eccomi! Una strettoia ci separa...sto arrivando papà. E' oscura la via, gravida di ombre, ma ora ti intravedo, sei avvolto dalla luce, e quanti colori, ora ti vedo, con la tua maglietta color del cielo, la tua preferita...eccoti! Abbracciamoci papà e dammi un bacio. Hai visto? Finalmente sono arrivata, ti ho raggiunto...vedo la luce azzurra dei tuoi occhi dopo tanto tempo...
Come ho fatto? Ho chiesto il permesso e me lo hanno concesso.
Sì, dovevo assolutamente vederti e spiegarti... certo, certo papà, hai ragione, ma aspetta, ti prego, non essere arrabbiato...papà?
Vedo le lacrime nei tuoi occhi, come nell'ultima video-chiamata dalla casa di riposo...quella tua ultima dolcezza mi ha frantumato il cuore e...due giorni dopo mi hanno richiamato, avevi il febbrone, così disse la dottoressa...
Piangiamo ora insieme e stringiamoci forte...più forte. E' accaduto tutto così in fretta, nessuno se lo aspettava
nessuno aveva voluto credere che quel virus si potesse diffondere dapprima silenziosamente
e poi... con tutta la violenza e la crudeltà del peggiore degli uragani.
Sì, papà, quel vento di tempesta che ti dava tanto fastidio, ricordi? Tu stavi in ascolto... e appena avvertivi l'alzarsi del vento
senza indugio ritiravi scope, sedie e tavolo dal balcone, affinché non venissero travolti e
io ti aiutavo con i vasi dei fiori e poi ci mettevamo al riparo dentro casa, serrando con cura ogni finestra...
No, papà, questa volta non è bastato.
Sì... la casa di riposo è stata chiusa e né io, né la mamma, né Laura, né Flavia abbiamo più potuto venire a trovarti.
Caro papà, sei stato un campione nel lavoro e nello sport, la tua amata bicicletta...Bergamo ricorda ancora le tue vittorie...
L' impegno e la passione sono il tuo più grande insegnamento...Ora devo andare, ma... in realtà non ti lascio, no papà
perché tu ora sei qui, nelle pieghe della mia anima...e queste formano le pagine del libro che io leggerò, e rileggerò, finché vivrò.

gisella brembilla Giovedì 14 Maggio 2020