• Home
  • BONARDI ERNESTO

BONARDI ERNESTO

Sarnico, 14 marzo 2020

Ne danno il triste annuncio i figli ORNELLA, LUCA con SILVIA, la compagna LAURA, i nipoti MICHEAL, ANDREA, SARA e CRISTIAN, fratelli, sorelle e parenti tutti.

IL GENIO PIONIERE DELLE GUARNIZIONI

Un imprenditore illuminato e lungimirante, un pioniere capace di aprire la strada a tutto il distretto della gomma del basso Sebino. Ernesto Bonardi è uno dei protagonisti della storia economica e sociale sarnichese: se oggi il distretto bergamasco delle guarnizioni è conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, una bella fetta di merito va ascritta al suo impegno, al suo lavoro e alle sue capacità. Da giovane, Bonardi lavorava alla Lanza di Predore: era un semplice operario, ma evidentemente nel Dna aveva il gene dell'intraprendere nuove avventure tanto che, negli anni '70, mentre era dipendente, acquistò il suo primo tornio e a casa, insieme al fratello Bruno, la domenica o le sere dei giorni feriali iniziò a stampare le sue prime guarnizioni. Produceva passacavi e o'ring che vendeva a una piccola rete di clienti locali, di Bergamo, Brescia e al massimo Milano Poi nel 1977 dalla casa paterna di via Crodarolo si trasferì in via Nastro azzurro: al piano terra della sua nuova abitazione installò una piccola officina e decise di mettersi in proprio avviando la EB Srl per la produzione di stampi e guarnizioni. Non ha mai puntato a produrre grandi volumi, ma si è concentrato sulla commercializzazione e sul servizio ai clienti. Andava da loro, li ascoltava, raccoglieva le loro esigenze e poi, tornato a Sarnico, costruiva per ciascuno di loro uno stampo, produceva il prototipo e si assicurava così una nuova commessa. Credeva e incentivava giovani talenti: individuava operai, tecnici e impiegati con la stoffa dell'imprenditore e li convinceva a mettersi in proprio creando così un'autentica filiera. In questo modo ha consentito a tante imprese di specializzarsi e di diversificarsi. Appassionato cacciatore insieme al figlio Luca, ha sempre amato i suoi paesaggi, tra collina e lago, coltivando l’impegno nel tenere ordinato l’ambiente e valorizzarlo. La pista dei bob estivi e un ristorante ai Colli di San Fermo è il segno del suo genio imprenditoriale anche nel campo turistico

Amici e Parenti

Sei stato un GRANDE UOMO, PADRE, NONNO .
Ci hai lasciati troppo presto ma resterai sempre il nostro modello da seguire.
GRAZIE ! Salutaci la nonna

Ornella Venerdì 1 Maggio 2020